Pasolini, il corpo della città di Gianni Biondillo

Autori

  • Marco Maggioli Libera Università di Lingue e Comunicazioni, Iulm, Istituto delle Scienze dell'Uomo, del Linguaggio e dell'Ambiente, Via Carlo Bo, 1, Milano

DOI:

https://doi.org/10.13133/2784-9643/18206

Abstract

Da qualche decennio ormai la quantità di pubblicazioni che scandagliano l’opera e l’universo di Pier Paolo Pasolini conferma il dato che si tratta di uno degli autori italiani maggiormente studiati all’estero. I campi di ricerca vanno dai film studies agli studi di genere, dal postcoloniale alla queer theory e finiscono per avere una inevitabile ricaduta verso l’interesse, contribuendo ad accrescerlo, che in anni recenti la cosiddetta Italian theory ha riscosso all’interno delle scienze umane, muovendosi su territori di confine, spesso intrecciati tra loro, tra gli studi di teoria politica e quelli di teoria letteraria, tra l’antropologia e l’urbanistica,  tra la storia dell’arte e la geografia.

##submission.downloads##

Pubblicato

2023-01-07

Fascicolo

Sezione

Lo scaffale (a cura di Sandra Leonardi)